Giovani Imprenditori

Pubblicato da

La legge 95/95 (ex-legge 44/86) per l’imprenditoria giovanile offre:

  • agevolazioni finanziarie;
  • servizi reali nella fase di inizio dell’impresa.

La legge 95/95 prevede che l’agevolazione avvenga attraverso contributi a fondo perduto o tassi agevolati di finanziamento o prestito. Essa riconosce un’agevolazione fino al 90% (nel Sud) del totale degli investimenti: la percentuale cambia in basa al territorio (Centro-Nord 60-80%).

Tra i servizi gratuiti vi sono: un servizio di accompagnamento alla progettazione che aiuta i giovani a definire il proprio business plan e servizi di formazione e di assistenza tecnica attraverso l’attività di tutoraggio successiva all’approvazione del progetto.

I giovani, per poter usufruire delle agevolazioni, devono costituire una società (società in nome collettivo, società semplice, società in accomandita semplice, società in accomandita per azioni, società per azioni, società a responsabilità limitata, società cooperative) che abbia i seguenti requisiti:

  • maggioranza assoluta (finanziaria o numerica) di giovani fra i 18 e i 29 anni;
  • totalità di giovani tra i 18 e i 35 anni (non devono aver compiuto il 36° anno) residenti nei territori di applicazione della legge;
  • la sede legale, amministrativa e operativa della nuova impresa deve situarsi nei territori di applicazione della legge.

La legge 95/95 non include le società di fatto o con un unico socio e le ditte individuali. I progetti di impresa finanziabili devono riguardare settori di attività inerenti a:

  • produzione di beni in agricoltura, artigianato e industria;
  • fornitura di servizi alle imprese.

Sono esclusi i servizi alle persone e alle amministrazioni pubbliche e le attività di commercio e turismo. Alla domanda vanno allegati in duplice copia il progetto di impresa e copia dell’atto costitutivo, certificato di vigenza, certificato comprovante che la sede della società è ubicata nei territori d’applicazione della legge, certificazione o dichiarazione comprovante che la compagine sociale è costituita in maggioranza da soci dai 18 ai 29 o dalla totalità di giovani tra 18 e 35 anni.