Finanziamento fotovoltaico: prestito veloce e sicuro dalla banca di Lodi

Pubblicato da alle 08:32 in Finanziamento

Il Finanziamento fotovoltaico della Banca Popolare di Lodi è un prestito dedicato ai privati che vogliono fare operazioni di acquisto e di installazione di impianti fotovoltaici da trasformare l’energia solare in energia elettrica, beneficiando delle agevolazioni e degli incentivi statali da parte del Gestore dei Servizi Elettrici.

Il finanziamento sarà disponibile

  • in versione a tasso fisso (calcolato sulla base dell’IRS di periodo, e in grado di garantire una perfetta stabilità dell’importo delle rate del piano di ammortamento)
  • in versione a tasso variabile (con tasso calcolato sulla base dell’Euribor di periodo, e conseguente programma di rimborso costituito da rate il cui importo subirà variazioni al variare del tasso di interesse assunto come parametro dell’indicizzazione).

Tale finanziamento casa può erogare fino a un massimo del 100% della spesa necessaria per l’acquisto e l’installazione dell’impianto (farà fede il preventivo lavori), con una forbice di valori assoluti che sarà compresa tra i 10 mila euro e i 50 mila euro.

La durata massima del piano di ammortamento sarà stabilita in 15 anni, con possibilità di estinzione anticipata del debito residuo in qualsiasi momento, alle condizioni stabilite in contratto.

Il finanziamento sarà obbligatoriamente accompagnato ad una polizza all risks che potrà tutelare l’investimento contro tutti i principali inconvenienti (es. danni sull’impianto) estendendo eventualmente le proprie caratteristiche benefiche anche alla tutela della capacità di rimborso del debitore (contro infortuni, malattie, perdite involontarie del posto di lavoro e altre fattispecie negative)

1 Commento

1 Commento a “Finanziamento fotovoltaico: prestito veloce e sicuro dalla banca di Lodi”

  1. fotovoltaicoil 05 Feb 2014 alle 10:47

    Trovo che sia un ottimo tipo di finanziamento e l’idea di accompagnarlo con una polizza all risks è davvero geniale.

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento